LA PRIMA COSTRUZIONE AL MONDO IN BALLE DI CANAPA 

Il Casotto del Marchese è un inconsueto  padiglione delle delizie , un intreccio tra natura ed  artificio , un nodo tra partenza ed arrivo  dal sapore semplice e rassicurante come una corda di canapa.

Denominato  anche “padiglione della canapa” è un  luogo di incontro  simbolo della emergente realtà produttiva della canapa  adibito a sala polifunzionale per esposizioni, esibizioni, degustazioni, giochi, didattica e ristoro: una vetrina dei molteplici   prodotti e lavorazioni della canapa nelle Marche.

E’ una costruzione sui generis , molto innovativa,  poiché interamente concepita utilizzando la canapa in maniera estensiva  come materiale da costruzione.

Le fondazioni , le  pareti e la copertura,  tutto l’involucro quindi,  sono costituiti da ballette di canapa,  per arrivare al mattone di canapa sino  alle finiture realizzate con intonaci a base di canapa.

L’intervento  senza precedenti, si è posto  l’obiettivo  di esplorare le potenzialità della canapa ai fini costruttivi in tutte le sue forme e  far conoscere  le numerose nuove  applicazioni tecniche della canapa  in edilizia nell’ottica di edifici low tech a consumo nullo interamente costituiti da materiali salubri 100% naturali ed in questo caso a km. 0 reale in quanto canapa  prodotta nella medesima azienda.

Un aspetto scientifico è quello di monitorare l’effettiva  efficienza energetica e le prestazioni di questo nuovo metodo costruttivo, monitoraggio che viene  effettuato in collaborazione con l’Università degli studi di Ancona.

Il Casotto del Marchese esplora le potenzialità che la canapa  offre  anche dal punto di vista espressivo  essendo un  materiale molto plastico e particolarmente adatto ad una nuova architettura organica naturale e sostenibile che soddisfa il più alto livello di  performance  energetico.

L’idea è nata dalla collaborazione tra Antonio Trionfi Honorati   promotore della filiera della canapa nella Vallesina e proprietario dell’azienda in cui si colloca, e l’arch. Andrea Gilardi di  Filo di Paglia  studio di architettura naturale specializzato in costruzioni in paglia e canapa che ne ha curato progettazione e  metodo costruttivo .

La particolare ossatura  lignea è  realizzata da Subissati S.r.l. nota azienda marchigiana specializzata in strutture in  legno la cui linea produttiva della falegnameria utilizza per gran parte del fabbisogno energetico ,  energia prodotta da fonti rinnovabili.

La realizzazione complessiva è  affrontata attraverso workshops formativi  e cantieri scuola curati dall’        Associazione Filo di Paglia dove sono applicati e mostrati i metodi costruttivi con la canapa.

tipologia progetto

Edificio in balle di canapa Hemp Pavillion 

posizione

Jesi AN 

dimensioni

40 mq.

tipologia isolante

balle di canapa e miscela speciale 

tipologia struttura

legno lamellare

impianto termico

stufa ad accumulo  

impianto produzione acs

not disclosed 

finiture

intonaci in calce aerea e terra cruda

riuso e riclo

 arredi naturali

costo intervento

600 euro/mq.

Galleria